Legionella

Legionella spp è uno degli agenti eziologici di polmonite batterica e deve il suo nome all’epidemia di polmonite che si verificò tra i partecipanti ad una riunione dell’American Legion nell’estate del 1976 a Philadelphia: tra gli oltre 4.000 veterani presenti, (chiamati appunto “Legionnaires”),  221 si ammalarono e 34 di essi morirono; solo in seguito si scoprì che la malattia era stata causata da un “nuovo” batterio, denominato Legionella, che fu isolato nell’impianto di condizionamento dell’hotel dove i veterani avevano soggiornato.

Il batterio della legionella può facilmente moltiplicarsi negli impianti idrici (tubature, cisterne,…) soprattutto quelli presenti in costruzioni di non recente costruzione.

Al fine di limitare il rischio di infezioni di legionellosi è possibile effettuare analisi periodiche di monitoraggio delle acque per verificare i livelli di presenza del batterio della legionella.

Valutazione rischio legionella

Le Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi (CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO SEDUTA DEL 7 MAGGIO 2015) prevedono l’obbligo delle gestione e valutazione del rischio legionella per:

  • strutture turistico recettive
  • stabilimenti termali
  • strutture sanitarie

Tali valutazioni devono essere effettuate da una figura competente come ad esempio: igienista, microbiologo, ingegnere con esperienza specifica, ecc.) e devono essere documentate formalmente.
La frequenza dell’esecuzione dell’analisi dei rischi varia a seconda della tipologia di struttura (da annuale a biennale).
In base a quanto emerso dalla valutazione, dovranno essere effettuati adeguati campionamenti delle acque (analisi) per la ricerca di Legionella.

Progetto: “Acque sicure in condominio”

Il D.Lgs n. 27 del 2002 che apporta modifiche al D.Lgs. 31 del 2001, prevede che il gestore della rete idrica pubblica è responsabile della qualità dell’acqua erogata fino al punto di consegna. Da tale punto in poi l’impianto è di proprietà del condominio.
L’eventuale mal conservazione delle condutture comuni possono essere causa di inquinamento delle acque condominiali.
Il progetto “acque sicure in condominio” prevede la creazione per ogni condominio di un piano analitico per verificare la conformità delle acque a quanto previsto dal D.Lgs 31/2002, nella tutela della salute dei condomini; inoltre, una insufficiente manutenzione degli impianti, la presenza di serbatoi di accumulo e altri fattori possono essere la causa della presenza negli impianti del batterio della Legionella.

Con il progetto “acque sicure in condominio” S&M Advisors offre un valido strumento per il monitoraggio delle acque a tutela della salute.
Il servizio prevede:

  • creazione del piano di analisi
  • prelievo dei campioni, effettuato da tecnici specializzati, secondo i piani di campionamento
  • esecuzione di analisi per la ricerca di Legionella e dei parametri di potabilità (effettuate da laboratori specializzati)
  • invio dei rapporti di analisi al Committente
  • esecuzione di nuove analisi a seguito di interventi di sanificazione da parte di ditte specializzate.

Per info e preventivi, compila il form

Nome (*)

Cognome (*)

Email (*)

Telefono (*)

Messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali per le finalità previste al punto A dell’informativa privacy

Nome (*)

Azienda

Email (*)

Oggetto

Messaggio


Acconsento al trattamento dei dati personali per le finalità previste al punto A dell’informativa privacy

Resta aggiornato sulle ultime novità.


iscriviti alla newsletter

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto