Due documentari di prossima uscita raccontano le vicende del fantomatico Fyre Festival. Questo evento dalle altissime pretese avrebbe dovuto svolgersi nella primavera del 2017 ad Exumas, nelle Bahamas. In realtà l’organizzazione fallì miseramente per tutta una serie di errori nei modi e tempi di gestione, portandosi dietro alcune cause e debiti per cifre con molti zeri. È considerato il più grande flop della storia per quanto riguarda i festival musicali.

Un caso eclatante e per certi versi unico, ma anche per eventi minori, una corretta gestione è fondamentale per non trovarsi in situazione spiacevoli. In questi frangenti è sicuramente utile prendere in considerazione la norma ISO 20121 che definisce i requisiti per la sostenibilità degli eventi. L’obiettivo primario è ridurre al minimo l’impatto degli eventi nel contesto sociale, economico e ambientale.

L’applicazione della norma offre diverse opportunità, fra le quali:
* ridurre l’uso delle risorse e tagliare i costi
* aumentare l’efficienza e la redditività
* migliorare l’efficacia, la credibilità e la trasparenza

Dato che non è l’evento in sé ad essere certificato, bensì l’intero processo di gestione dell’evento, affidarsi alla norma può davvero consentire di organizzare un evento senza il rischio di perdere il sonno e non centrare gli obiettivi.

Appare evidente che presto saranno gli stessi clienti a cercare organizzatori di eventi che ne garantiscano la sostenibilità, e S&M Advisors è il partner giusto per farsi trovare preparati all’appuntamento.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto